Non appena l’emergenza coronavirus sarà rientrata, farò un’incredibile scorpacciata di luoghi del cuore. Posti “sacri” che nutrono la mia anima, la ispirano e la curano quando si ammala.

Luoghi del cuore: posti sacri per l’anima

Oggi, 4 maggio 2020, inizia ufficialmente la fase 2 dell’emergenza coronavirus. Qualcosa si muoverà, anche se molto lentamente, verso una rinnovata normalità, ma per tornare a fare molte delle cose che facevamo prima del 23 febbraio ci vorrà moltissimo tempo. Mesi. Per alcune cose, forse, anche anni.

Nel pensare a questo tempo sospeso e all’attesa a cui ci stiamo assuefacendo, mi sono accorta quanto mi manchino i miei “luoghi del cuore”.

Cosa sono i luoghi del cuore? Posti “sacri” che nutrono la mia anima, la ispirano e la curano quando si ammala.

Scommetto che anche voi ne avete. I miei si possono riassumere con questo mantra, ispirato al romanzo di Elizabeth Gilbert: “Leggi, bevi caffè, osserva, ascolta, respira”.

Cinque luoghi del cuore che mi mancano da morire

1. La libreria “Il libro è” di Lissone

C’è un posto, a Lissone (MB), dove una donna può trovare tutto quello che le serve: si chiama Il Libro è” ed è una libreria, certo, ma anche un negozio di abbigliamento. Avete capito bene: libri e vestiti. Dai, non potete dirmi che questo matrimonio non sia seducente anche per voi, non vi crederei.

Ma non è solo questo, non è solo questa combinazione, ma quello che respiro quando varco la porta di questo luogo: mi si apre un mondo, fatto di pagine, di copertine bellissime abbinate ad outfit che è come se mi descrissero le scene delle storie narrate nei romanzi. E’ come se un mondo immaginato prendesse forma.

E poi, c’è Valentina, la proprietaria, nata e cresciuta tra i libri (vi racconterò presto la sua storia): non solo una libraia, una perfetta padrona di casa che ti accoglie come se casa sua fosse la tua.

Questa stupenda libreria, oggi, riapre. Non so ancora se potrò andarci presto, dal momento che non è vicinissima a dove abito, ma sapere che l’anima di questo luogo torna a pulsare mi riempie di speranza.

libreria
abbigliamento

2. Sottocasa caffè di Vimercate

Bere caffè, seduta al tavolino di un bar, è una delle cose che più mi mancano. Mi manca questo posticino stupendo, il Sottocasa Caffè di Vimercate.

Poltroncine, sofa, specchi, tappezzerie e deliziosi dolci creano il luogo perfetto in cui sorseggiare un caffè, aprire un taccuino e lasciare il mondo scorrere fuori da una mente in altre faccende affaccendata.

poltrona libri

3. La Centrale trmoelettrica Taccani di Trezzo

Difficile immaginare che una vecchia centrale Idroelettrica possa essere un luogo del cuore… eppure, lo è. Nella mia “miss list” dei luoghi del cuore che mi mancano alla follia, inserisco la centrale termoelettrica Alessandro Taccani, situata a Trezzo sull’Adda (BG), sulle sponde del fiume Adda.

L’edificio, realizzato all’interno di una diga, si specchia sulle acque ferme del fiume, generando un gioco di luci che in qualsiasi ora del giorno e in ogni stagione, genera vibrazioni di colore che attraverso gli occhi cullano la mente e il cuore.

centrale termoelettrica taccani

4. Le Saline di Trapani

Non sono parole che ascolto in questo luogo speciale, ma il silenzio. E qui, permettetemi una parentesi di fustigazione, un rimprovero: questo luogo del cuore, infatti, non lo vedo da troppo tempo. Recupererò, promesso.

Per recarci in questo luogo dobbiamo uscire dalla Lombardia e volare in Sicilia, in provincia di Trapani, alle Saline, dove, percorrendo un lungo molo, si arriva in un punto lontanissimo da tutto, dove il silenzio fa quasi male alle orecchie. E’ qualcosa che non ho provato in nessun luogo del mondo. Un silenzio che tambura nel cuore, colmandolo di meraviglia.

le saline di trapani

5. Il “mio” mare, Alba Adriatica

E qui, c’è il “mio” mare. Alba Adriatica, in provincia di Teramo. è la mia seconda casa, perché qui ho realmente una seconda casa.

Fuori stagione, quando i lidi sono chiusi e i turisti ancora lontani, passeggio sulla spiaggia deserta e respiro l’alito del vento che mi sussurra di mondi sommersi e segreti che arrivano da lontano.

alba adriatica

Luoghi del cuore, torneremo presto

Mi manca tutto, mi manca che mi fa male il cuore. Mi manca da raccontarvelo, soprattutto per ricordare di non doverlo mai più dimenticare.

Tornerò presto. Torneremo presto. Torneremo presto a circondarci di bellezza, ad assaporare il mondo e lo faremo con una consapevolezza ritrovata.

E voi? Ci sono dei luoghi che vi mancano? Quali sono i vostri luoghi del cuore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.