Fermi tutti, sto per raccontarvi tutto sul MIO libro, il NOSTRO libro: “La spirale del tempo“, di Eleonora D’Errico e Gabriele Ionfrida. Mamma mia, sogno o son desta?

Il libro uscirà il 25 gennaio 2022 per la casa editrice Rizzoli, ma è già in prevendita online: su Mondadoristore.it, su Amazon, la Feltrinelli e gli altri… e io finalmente posso parlarneeeeeeeee!

Finalmente, “La spirale del tempo”

Conoscevamo il titolo, ovviamente, da tempo, mordersi la lingua per non svelarlo non è stato per niente facile. E avevamo visto la copertina già settimane fa: non poterla mostrare è stato un supplizio.

E allora perché ora che possiamo parlare di tutto non mi sembra facile lo stesso?

Lo so, lo so: siamo ubriachi di felicità, ammutoliti dall’emozione. Raccontare de “La spirale del tempo” significa raccontare un sogno che si avvera e questo toglie il fiato.

E poi sarebbero tantissime le cose da dire: non si può raccontare “La spirale del tempo” senza parlare della nostra storia, della nostra vita, di Celeste, di come è nata l’idea, di come tutto è andato avanti poi, di come siamo arrivati qui e di come stiamo procedendo. Se vado indietro con la memoria, tutto si colora di magia, come un romanzo fantastico che a sua volta ha generato un fantasy. E non voglio andare avanti con il pensiero per timore che non sia reale.

Ma… oggi tutto questo va per un attimo in secondo piano. La protagonista indiscussa è lei, la signora copertina!!!

Signori e signori, la copertina de “La spirale del tempo”

Eccola, finalmente si può svelare.

copertina la spirale del tempo

Quando ho visto per la prima volta la copertina de “La spirale del tempo” ho avuto un tuffo al cuore. Ovviamente la immaginavo in un certo modo, ma così bella non me l’aspettavo. Dalle foto non si vede, ma il blu sarà lucidato e il giallo sarà oro. Il libro sarà cartonato e avrà la sovracopertina… ancora non lo ho tra le mani, ma dal vivo sarà stupendo.

Prima di raccontarvi un po’ della trama voglio farvi notare alcuni dettagli: vedete un albero magico sullo sfondo, una spirale a cui bisogna accedere per salvare il mondo, un giovane adolescente che trova il coraggio di affrontare una misteriosa avventura, il tempo che scorre, l’atmosfera sognante e poi… fermi tutti signori, ci sono Amelie e Nebbiolina ❤❤❤

Le vedete vero? Una in basso a destra, guarda la scena curiosa, l’altra in alto a sinistra “gioca” con il tempo.

No scusate, ma se pensate che parte di questa storia l’hanno ispirata loro… non vi sembra tutto ancora più magico?

Piccoli accenni di trama de “La spirale del tempo”

Per iniziare, riporto la trama de “La spirale del tempo” stampata sulla quarta di copertina. Poi vi racconteremo qualcosa in più nei prossimi giorni.

Esiste un’isola sulla quale il tempo scorre in un modo tutto suo, abitata da creature bizzarre e magiche. Un’isola a cui può approdare solo chi la porta nel cuore.

La vita di Lucas segue da tempo binari prestabiliti, ma non da lui, che è sempre più insoddisfatto anche se non sa, o non ricorda, bene perché.

Alla vigilia della partenza per l’Università si imbatte per caso in un pezzo del suo passato che aveva del tutto dimenticato, o forse rimosso, schiacciato dal dolore per la malattia del padre.

Poco alla volta, Lucas ricorda di aver avuto amici straordinari che crescendo aveva creduto di aver immaginato e che invece esistono davvero, solo in una dimensione diversa da quella della sua vita di tutti i giorni.

E ora gli stanno chiedendo di tornare, perché hanno bisogno di lui, ma forse ancora di più perché è lui ad aver bisogno di loro.

Realtà e fantasia si fondono nella ricerca di una verità che lo porterà di nuovo nei luoghi fantastici che aveva abbandonato insieme all’infanzia, e lo accompagnerà in un viaggio di crescita e riscoperta di se stesso dalle conseguenze imprevedibili.

Il tempo e il nostro istante eterno e perfetto

Non vi dico nulla di più per ora, se non che ovviamente, come si evince dal titolo, il tempo ha un ruolo fondamentale, non per il suo scorrere, più che altro per il suo significato e valore.

Passiamo la vita a correre in avanti, a inseguire il futuro, a stare dietro alle aspettative degli altri… perdendoci spesso gli attimi eterni e perfetti che la nostra vita ci regala ogni giorno e soprattutto il senso che il tempo e l’esistenza hanno per ognuno di noi.

Ed è qui che entra in gioco un’altra meraviglia, la nostra meravigliosa Celeste. Che nel romanzo non sembra esserci, ma in realtà è ovunque. Anche perché lo ha ispirato, fin da quando era solo un girino, e a lei è ovviamente dedicato, il nostro istante eterno e perfetto…

La forma della felicità

La felicità prende nel corso della vita tante forme. Per me, in questo momento, ha la forma della storia raccontata ne “La spirale del tempo“.

Una storia che abbiamo immaginato fumosamente per la prima volta su una spiaggia della Croazia, cinque anni fa, che all’inizio era solo un racconto e poi è diventato un romanzo.

Abbiamo iniziato a condividere appunti, file, a inventare personaggi, a vederceli comparire accanto all’improvviso, Gabri li disegnava, io li raccontavo. E inventavamo senza sosta il mondo di Lucas, mentre dipingevamo anche la vita che volevamo per noi.

Druco, Magla e Amelia, Soffio e Vera, gli amici che accompagnano Lucas nel suo viaggio verso la Spirale del tempo e che conoscerete anche voi, sono troppo reali per essere esclusivamente personaggi di un romanzo. Fanno parte della nostra vita, nella misura in cui la storia di Lucas è la nostra storia come potrebbe essere la storia di chiunque.

Perché Lucas è chiunque si sia domandato, almeno una volta nella vita: Che ci faccio qui? Dove voglio andare? Chi sono davvero?

Non è stato tutto rose e fiori. Abbiamo affrontato critiche, abbiamo combattuto contro chi ci guardava come fossimo solo degli sciocchi sognatori. Ma non abbiamo mai smesso di credere in Lucas e nella sua avventura pazzesca. Ed è stato questo a fare la differenza, ne sono certa.

Abbiamo resistito fino al giorno in cui qualcun altro, insieme a noi, ha creduto in questa avventura, e quando è arrivato abbiamo continuato a sognare ad occhi aperti, a chiederci se fosse solo un sogno… anche se c’era una parte di noi, una fiamma, che sapeva che Lucas avrebbe un giorno avuto la sua giusta occasione.

Ed eccola qui, ora, la storia di Lucas non è più solo nostra. E’ di tutti. E noi non vediamo l’ora che possiate leggerla e sognare, da svegli, con noi!!!

I sogni si avverano, ne siamo la prova. Basta lavorare duro e non smettere mai di crederci davvero.

Waiting for 25 gennaio 2022! Aspettate con noi, dai!!!

Eleonor D'Errico Gabriele Ionfrida

Curioso di saperne di più su La Spirale del Tempo?

Consulta la sezione dedicata e preordina la tua copia nel formato che preferisci

2 Replies to ““La spirale del tempo”: finalmente il nostro libro!”

  1. Eleee ti giuro che provo un’emozione forte per voi e sono felicissimo che il tuo sogno sia divenuto realtà.
    Grazie per le parole che hai scritto e per il libro che ci avete regalato. Finito in pochissimi giorni, ricco di splendidi aggettivi e colorato da una trama fantastica che spero abbia tanto successo.
    Grazie di vero cuore ragazzi ed auguro un grande in bocca al lupo a te Gabriele e Celeste!!!

    1. Che bello Mirko, sono felice che tu lo abbia letto e quello che scrivi mi fa capire che lo hai anche apprezzato. Sai bene quanto questo sogno sia importante per me… è l’inizio di un viaggio che spero costellato di tante altre storie altrettanto belle. Grazie per il tuo commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.