Con questa domanda inizia la sesta puntata del podcast il SognaLibro: “Voi perché scrivete?

Perché scrivo

Perché scrivo io? In principio perché mi faceva bene, per dare voce a tutta quella sabbiolina nascosta tra le pieghe della mia anima. Poi per necessità: so esprimermi con lucidità solo scrivendo, le cose diventano chiare persino a me stessa se le metto nero su bianco. Infine, per professione: ho la fortuna di lavorare grazie con quello che amo i più e che so fare meglio, ovvero scrivere.

Per me è vero quel che scrisse Ennio Flaiano: “Io credo soltanto nella parola. La parola ferisce, la parola convince, la parola placa. Questo, per me, è il senso dello scrivere”.

Non saprei dirlo meglio: la parola scritta ha per me un potere e una forza inimitabili.

L’amore sublime

Ho dedicato la puntata di oggi del podcast alla scrittura, al mio amore per questa forma d’arte, al mio romanzo d’esordio, al desiderio incontenibile che ho di vedere il mio secondo in stampa.

Sono partita da me per parlare di quelli come me, quelli che credono nella parola, nella scrittura, con passione e dedizione.

E per partire da me, non potevo che parlare della mia creatura, “L’amore sublime“, il mio primo romanzo pubblicato dalla casa editrice Bookabook nel 2018, dopo una lunga, intensa, bellissima ma anche impegnativa campagna di crowdfunding.

Ma non ne ho solo parlato, l’ho fatto parlare. Ne ho letto l’inizio e l’ho commentato. Chi meglio di lui può spiegarvi perché scrivo?

Voi perché scrivete?

E voi perché scrivete?

Rivolgo a voi questa domanda: perché scrivete? Quando avete iniziato e perché? Cosa vi tiene legati a questa stupenda forma d’arte? Che rapporto avete? Pacifico o amore e odio?

Potete ascoltare la puntata qui sotto. E se vi fa piacere, commentate e mandatemi una e-mail a scrivimi@eleonoraderrico.it per parlarmi della vostra esperienza.

Buon ascolto amici sognatori!

Ascolta “Voi Perché Scrivete?” su Spreaker.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.