Esiste una collana della casa editrice Giunti chiamata “Terzo tempo“: non lo sapevo, non sapevo che il libro di cui sto per parlarvi, “Balene“, vi rientrasse e fosse dedicato a storie d’amore over 60.

In libreria sono stata attratta dalla copertina, due spugne a forma di balena verdi e cangianti, poi dalla trama, dove si parla di una donna con un sogno: andare alle Azzorre a vedere il passaggio delle balene.

Visto e comprato!

Trama di “Balene”

La protagonista di “Balene” é Evelina Maggi, 63 anni, piena di energie, di ironia, di amore per la vita e per i suoi piaceri. Lavora come correttrice di bozze per una casa editrice e ha aperto un B&B nella sua casa, dove accoglie i turisti in visita alla Capitale. 

Punti di riferimento sono l’amicizia con Milla, donna dalle grandi risorse e che non si perde mai d’animo, e la nipotina Zina, bimba di cinque anni figlia di Emanuele, il suo “ragazzone” dallo sguardo sempre così enigmatico, nato dal matrimonio con Luciano che, finché è durato, è stato felice.

Ma ecco la nota dolente: da 14 anni Evelina é l’amate di Sergio, un settantenne sposato ed egoista, che la rende infelice ma da cui non riesce a separarsi. A complicare tutto questo, ecco che arrivano delle forti vertigini che la obbligano a delle visite mediche per venirne a capo, proprio mentre Sergio, alla notizia che sta per diventare nonno, decide di lasciarla per dedicarsi alla famiglia.

Ma calma e sangue freddo, le fa un regalo d’addio: visto che il grande sogno di Evelina, da sempre, sarebbe quello di andare alle Azzorre per vedere le balene, l’amate le regala il tanto desiderato viaggio. Solo che… si tratta di un soggiorno per una sola persona: lui non andrà con lei, perché tutto preso dalla famiglia che si allarga.

Dopo la reazione iniziale, la rabbia verso l’amante tanto egoista, grazie alle pressione di Milla, Evelina si convince a raccogliere il biglietto buttato nella spazzatura, ripararlo e partire, tutta sola, verso nuove avventure.

Balene, una storia di rinascita

“Ha ragione Milla, lei deve andare alle Azzorre, perché è la cosa che più vuole al mondo e perché il destino non esiste. E comunque si può aggiustare sempre con lo scotch”

Balene è una storia di rinascita. Di una vita che prende finalmente coscienza di quello che la farebbe stare bene e ha il coraggio di cambiare. Balene è l’inno al “non è mai troppo tardi”. Non importa a quale età!

Evelina si fa coraggio, prende il volo che le è stato regalato; ha paura, certo, anche perché consapevole dei sopraggiunti problemi di salute. Ma non si arrende. Ed c quando mette piede alle Azzorre che inizia una storia rocambolesca, ironica, divertente, che avrà come co-protagonista l’uomosagoma

Evelina sfiderà le sue paure, ma anche mari in burrasca e balene, per vivere ancora, vivere intensamente e vivere come avrebbe sempre voluto.

Un terzo tempo bellissimo

Balene è scritto a quattro mani dalla milanese di nascita e formazione Barbara Cappi, romana per scelta da quasi quindici anni, e da Grazia Giardiello, milanese prestata a Roma.

Barbara Cappi da tre decenni è autrice di programmi di intrattenimento super pop, mentre Grazia Giardiello è sceneggiatrice, autrice teatrale, ghost writer, insegnante di serialità televisiva presso la Scuola Civica di Cinema e Televisione Luchino Visconti di Milano.

Il libro parte della collana “Terzo tempo” curata di Lidia Ravera, i cui protagonisti sono over 60, con l’intensità dei loro desideri e delle loro passioni anche di fronte all’inevitabile trascorrere del tempo.

Trovo una bellissima idea quella di dar voce al 23% della popolazione italiana che ha superato i 60 anni e che ha ancora molto da dire. E di farlo con grazia, ironia e gentilezza, non tralasciando anche una punta di amaro in bocca.

Voglia di volare alle Azzorre…

Un romanzo che consiglio, che fa ridere e riflettere, che sembra leggero ma che in realtà racconta con leggerezza la profondita’ delle emozioni umane. E che mi ha fatto venire una gran voglia di volare alle Azzorre a vedere le balene…

Per approfondire, vi consiglio la bellissima e divertente intervista rilasciata dalle autrici a Sonia Bruganelli su Sdl.tv, che condivido sotto.

Per leggere le altre recensioni, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.